Notizie Calcio Mercato
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

News Atalanta – Scatta l’emergenza difesa / Il punto della situazione

Rosa Atalanta

Questa pausa nazionali ha creato problemi ancora più grossi di quelli già presenti. Scatta l'emergenza difesa

Redazione NC

Questo inizio di stagione per la Dea sembra veramente maledetto. I problemi continuano a moltiplicarsi e gli infortuni iniziano ad essere troppi. Da inizio stagione la squadra ha dovuto rinunciare per diverse partite a Zapata e Muriel. Inoltre vanno aggiunti gli infortuni delle ultime settimane, cioè quelli di Gosens e Pessina, la prognosi per tutti e due si è stabilita attorno ai due mesi. Il tecnico Giampiero Gasperini deve fare il possibile per poter mettere una pezza e arginare i problemi, ma al momento sembra quasi impossibile, dato che non fa in tempo a recuperare un giocatore che un altro da forfait. Nelle ultime ore è scattata l'emergenza difesa.

Le rinunce

Proprio domenica sera, una delle colonne portanti della difesa bianconera ha alzato bandiera bianca e ne avrà per almeno un mese. Stiamo parlando di Berat Djimsiti, il giocatore albanese durante un match con la nazionale si è fratturato in maniera scomposta sia il radio che l'ulna. La prima prognosi è di almeno un mese, ma soprattutto lascia l'Atalanta in seri problemi in vista del prossimo filotto di partite. Sono tre i centrali al momento senza problemi e parliamo di Demiral, Lovato e Palomino, anche Toloi non è al meglio e rischia di dover alzare bandiera bianca. Di conseguenza il mister si trova davanti ad un bivio, far esordire dal primo l'ex Hellas Verona oppure pensare ad un incredibile cambio modulo?

L'ultima idea

La nuova disposizione tattica già si conosce ed è il 4-2-3-1. Provato largamente nel finale di stagione. Inoltre abbiamo visto che potrebbe giovare alle caratteristiche di altri giocatori come Maehle che con la nazionale, da quarto ha fatto un europeo spaventoso. Infine Zapata con freddezza sotto porta n questo contesto tattico diventerebbe infermabile. Non finisce qua, ecco tutte le ultime sulla Dea. Come sempre, ci sono importanti novità <<<