serie b

Serie B – Il Presidente Vigorito dice la sua sull’avvio di stagione

Vigorito

Il patron del club campano ha commentato le prime gare della sua squadra, ha inoltre spiegato la scelta di ingaggiare Caserta

Redazione NC

Il Benevento nelle prime tre giornate di campionato ha collezionato 4 punti. Le Streghe hanno sconfitto l'Alessandria all'esordio per 4-3, mentre nella seconda giornata giocata allo Stadio Tardini di Parma hanno avuto la meglio i padroni di casa. Nell'ultimo fine settimana i giallorossi hanno invece ottenuto un pareggio a reti bianche contro il Lecce.

Le parole di Vigorito

Il Presidente del Benevento Oreste Vigorito ha commentato, in un'intervista rilasciata ad OttoChannel, l'avvio di stagione del suo club. Queste le parole del patron campano: “Le prime partite di campionato non sono quasi mai dei test attendibili. Non ci illudiamo e non ci disperiamo, aspettiamo altre gare per dare i primi giudizi sulla squadra".

Sul tecnico Fabio Caserta:"Quando scelgo un allenatore non vedo tanto il curriculum, ma soprattutto il modo in cui riesce a far esprimere la squadra. In un campionato difficile come quello di serie B, serve un allenatore che facesse giocare bene. Eravamo stanchi di non vedere un bel gioco, ora invece lo avremo. Il tecnico ha anche un'ottima capacità di relazionarsi con il gruppo. Caserta è bravo nel comprendere il calciatore senza farsi condizionare dal fatto che ha smesso da poco di giocare. Inoltre ha anche la capacità di relazionarsi con l’ambiente. È molto diretto ed è un modo che mi aveva colpito già ai tempi della Juve Stabia. Personalmente vorrei vincere attraverso il gioco, ma non mi piace neanche come vengono condizionati i commenti. Se Improta avesse segnato contro il Lecce, tutti avrebbero parlato di altro. E' questo ciò che non amo, giudicare senza valutare".

"Questa Serie B sarà un campionato equilibrato, ce la giocheremo con altre cinque sei squadre. Sarà importante non perdere gli scontri diretti. Se avessimo fatto questo anche lo scorso anno in Serie A, ci saremmo salvati. Spero di essere nel gruppetto di testa a gennaio. Questi campionati si vincono anche in panchina dove abbiamo calciatori importanti".