serie a

Serie A – Effetto panchina. I cambi rilanciano le squadre

Mazzarri

Buona la prima per Mazzarri e Tudor, i due tecnici appena subentrati hanno ottenuto risultati positivi contro le romane

Redazione NC

In questo avvio di stagione, nel campionato di Serie A, sono due i club che hanno cambiato la propria guida tecnica. Stiamo parlando di Cagliari ed Hellas Verona, i primi hanno sostituito Semplici con Mazzarri mentre i secondi hanno ingaggiato Tudor dopo aver esonerato Di Francesco. Esoneri forse prematuri quelli effettuati dalle due società che però al momento stanno dando i risultati sperati. Come spesso accade l'arrivo di un nuovo allenatore provoca all'interno della rosa una scossa che permette di dare un qualcosa in più nell'immediato e così è stato anche in questa circostanza. A farne le spese sono state le compagini romane nei match andati in scena domenica alle ore 18:00.

Il Verona ferma Mourinho

La Roma di Josè Mourinho in questa parte inziale di stagione, tra Serie A e Conference League, ha conquistato sei vittorie in altrettante gare. I giallorossi sembravano lanciati verso un nuovo successo, ma non hanno fatto i conti con l'Hellas Verona di Tudor. Alla rete del vantaggio siglata da Lorenzo Pellegrini con un'esecuzione stupenda hanno risposto gli Scaligeri prima con Barak e poi con l'ex Caprari. I gialloblù sembravano in controllo della gara quando Ilic ha mandato la palla nella porta sbagliata. La rete del definitivo 3-2 è stata realizzata da Faraoni. Il Verona ha trovato il primo successo stagionale, ora il tecnico croato dovrà essere bravo a trovare la continuità.

Il Cagliari pareggia all'Olimpico

I sardi non hanno trovato il primo successo stagionale, ma hanno conquistato un punto su un campo difficile come quello della Lazio. Il Cagliari ha avuto la forza di reagire alla rete di Immobile e nella ripresa ha ribaltato il risultato con i gol di Joao Pedro e Keita. Nella parte finale di gara Mazzarri ha optato per uno schieramento accorto che non ha portato i frutti sperati. I biancocelesti dopo aver attaccato per diversi minuti ha trovato la marcatura del pareggio con Cataldi.

di Stefano Cori