serie a

News Napoli – Spalletti: “Le 5 sostituzioni allungano la vita ai match”

Luciano Spalletti

Il tecnico del Napoli ha parlato dopo la vittoria sulla Fiorentina di Vincenzo Italiano ai microfoni di Dazn.

Redazione NC

Luciano Spalletti ha parlato e ha detto: “Non è facile quando trovi squadre che giocano in questa maniera qui. Fare uomo contro uomo a tutto campo bisogna avere un po' di impatto fisico, a noi non ci viene facile, non ci viene da solo e dobbiamo metterci mano, imporci di avere certi comportamenti. Davanti abbiamo giocatori veloci che se verticalizziamo due o tre palle dietro la linea sono difficili da prendere".

 

Sull'importanza dei cambi

"Le cinque sostituzioni allungano la vita alle partite perché poi non basta neanche il 2-0. Quando sei in vantaggio gli altri ti sostituiscano 3/4 uomini nel reparto offensivo e diventa tutta un'altra partita. E' un bel vantaggio se hai dei cambi come ho messo io nel secondo tempo. Abbiamo comunque fatto al di sotto delle nostre possibilità, nel secondo tempo non siamo mai riusciti a far arrivare una palla giocabile a Mertens e Petagna perché c'era possibilità di chiuderla. L'abbiamo comunque gestita meglio nella ripresa, è uscito alla grande Anguissa che nel primo tempo non trovava la posizione, da mediano ha fatto molto meglio. I cambi ci hanno dato una mano e con quelle due o tre colonne in difesa ci si può fidare”.

 

Sui problemi creati dalla viola

"Abbiamo solamente sofferto questa palla lunga su Vlahovic. Non riuscivamo a schiacciare con i tre centrocampisti sulla linea difensiva e gli abbiamo creato qualche difficoltà, ma sono stati bravi a sbrigarsela anche da soli in alcune situazioni perché poi la palla viene sugli esterni, la Fiorentina spinge con tutti e due i terzini, entra dentro il campo con gli esterni, fa gli uno contro uno.".

 

Sul gol da punizione

 

“Gli ho detto di fare quella punizione lì perché lo stesso l’ha fatto il Dortmund e il nostro analista ce l’ha fatta vedere. Era facile da fare e abbiamo detto di batterla così. Si poteva farla battere anche a un mancino come Mario Rui, però sicuramente non te l’aspetti da parte di un destro. Di solito le palle inattive le cure Baldini, è poi chiaro che se ne parla tutti e la fase difensiva l’analizza Calzona. Questa ce l’ha detta Simone, siamo uno staff come ce l’hanno tutti e ci dividiamo i compiti”.