Notizie Calcio Mercato
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

News Salernitana – Colantuono: “Fatto ciò che avevamo preparato, sono contento”

colantuono

Il tecnico della Salernitana ha parlato ai microfoni di Dazn dopo la vittoria ai danni del Venezia di Zanetti.

Redazione NC

News Salernitana – Stefano Colantuono ha parlato e ha detto: “Avevamo bisogno dei tre punti ma soprattutto di certezze, cosa che avevo visto anche nel primo tempo dove abbiamo fatto comunque una buona partita anche se lo abbiamo chiuso in svantaggio, abbiamo subito solo sull'azione del gol. Siamo rimasti in campo bene, abbiamo fatto ciò che avevamo preparato in poco tempo e sono contento per i ragazzi e soprattutto per i tifosi che ci hanno incitato per tutta la partita. Ribery bisognerebbe clonarlo perchè è un giocatore incredibile”.

 

Sulle decisioni arbitrali

“Non entro nel merito delle decisioni dell'arbitro e delle lamentele del presidente e dell'allenatore. Io non ho nessun problema con nessuno del Venezia, ognuno vede la partita a modo loro, io non ho visto cose così grosse ed errate. Col Var il margine d'errore poi si è ridotto. Se vogliamo raggiungere la salvezza dobbiamo difendere bene e poi ripartire ma anche provare a giocare nella metà campo avversaria. Il percorso è lungo e bisogna lavorare ma ci sono dei presupposti per potersela giocare con le altre squadre in lotta per la salvezza". Queste le parole di Stefano Colantuono ai microfoni di Dazn.

 

Le parole di Franck Ribery a Dazn

"Sono contento perchè sono arrivato un pò in ritardo fisicamente ma ho lavorato bene e quando mi sento così sono felice, importante per la squadra e i tifosi. Speriamo di non subire infortuni. Oggi abbiamo fatto una bella partita, un gruppo che voleva fortemente vincere. Non c'è mai una partita facile, importante è la mentalità, pensare sempre a vincere e lo abbiamo dimostrato oggi. Con l'Empoli abbiamo sbagliato il primo tempo e in serie A non ti perdonano, ma siamo andati bene nel secondo tempo e oggi abbiamo vinto". Queste le parole di Franck Ribery ai microfoni di Dazn.