serie a

Serie A – Malagò: “Bravo Gravina, momento storico per il calcio femminile”

Nella giornata di ieri il calcio femminile ha festeggiato il professionismo. Sentiamo le parole di Mlagò ma non solo

Redazione NC

Sono giorni importanti e che passeranno alla storia gli ultimi per quanto riguarda il calcio femminile. Nella giornata di ieri ha parlato in conferenza stampa il numero uno del CONI Giovanni Malagò sul passaggio al professionismo per le atlete del massimo campionato italiano, ovvero la Serie A Femminile. Riascoltiamo le sue parole in merito al passaggio storico che sta vivendo il calcio femminile in questi giorni.

Le parole di Giovanni Malagò a riguardo

"Faccio i complimenti a Gabriele Gravina per l'ufficialità del professionismo nel calcio femminile, è un momento più unico che raro. Ora bisogna capire come si procede, c'è uno stanziamento statale per supportare il progetto. Bravo calcio, ma è abbastanza insostenibile pensare che la 21esima giocatrice della squadra più scarsa del campionato femminile riceva uno stipendio minimo, e altre atlete come la Goggia o la Egonu non siano professioniste". Queste le parole del numero uno del Coni, Giovanni Malagò, nella conferenza stampa post giunta federale di ieri sul passaggio al professionismo per quanto riguarda il calcio femminile.

Anche il vicepresidente vicario del Coni Silvia Salis ha parlato

Anche il vice presidente vicario del Coni, ovvero Silvia Salis, ha parlato di questa notizia che rivoluziona in calcio femminile e gli consente di crescere ancora di più: "Ieri è stata una giornata epocale, ma il lustro del calcio non faccia derubricare il concetto di professionismo sportivo. Questo è un tema immenso dove il mondo sportivo si gioca tantissimo: la politica non deve pensare che il problema del professionismo femminile sia risolto, o che il peso debba essere sostenuto dalle singole federazioni". Queste le parole del vice presidente vicario del Coni, ovvero Silvia Salis, la quale parlato dell'ufficialità del passaggio al professionismo per il calcio femminile. Una notizia, questa, che rivoluziona il calcio femminile e gli consente di crescere ancora di più.