serie a

Serie A – Juric: “Mi sembra un gioco da bambini: Belotti deve firmare”

Juric

Il tecnico del Torino è intervenuto in conferenza stampa, alla vigilia della partita contro il Napoli, parlando del presente e del futuro.

Redazione NC

Ivan Juric è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di domani tra Torinoe Napoli. Il tecnico granata ha rassicurato sulle condizioni del gruppo: "Stanno tutti abbastanza bene, mancherà Lukic ma vedremo tutte le soluzione e come fare per sostituirlo". Sulla questione portiere: "Ripeto sempre la stessa cosa: Vanja ha fatto bene, poi ha avuto il Covid, poi Berisha bene e ha fatto qualche errore. Questa è la situazione: adesso mi sento di far giocare Berisha". E sull'eventuale richiesta di un nuovo portiere: "Vediamo, ora pensiamo a chiudere il campionato e a fare bene".

La questione più calda è quella del Gallo: "Con Belotti parlo di tutto. Secondo me devono sedersi e lui deve firmare, basta. Mi sembra un gioco da bambini, è la mia sensazione. Ho visto in lui che può dare molto di più rispetto a questa stagione: è stato difficile a livello di infortuni, ma è un giocatore che può dare tanto a livello calcistico. Per me devono sedersi, parlare e mettersi d'accordo. Alla fine è molto semplice, se vogliono. Questa è la mia idea della situazione. E' più facile di quello che si fa vedere o quello che creano".

Il finale di stagione: "Voglio che la squadra continui ad esprimersi così, migliorando e continuando così. Abbiamo solo 15 giorni di lavoro, è giusto non mollare fino alla fine. Gli avversari sono tosti in queste ultime partite, l'idea è fare più punti possibile".

Il Toro e la sua evoluzione: "Come ho detto, ho trovato tantissime difficoltà dal passato: contratti alti, giocatori pagati tanto, le scelte dei giocatori. Ma ora è stato un anno spettacolare, è stato difficile mettere le cose a posto. Ora la società deve capire quale strada vuole prendere, io non lo so perché non ho idea di che strada voglia prendere: se hai ambizione, devi prendere giocatori forti e tenere quelli più bravi. Non è facile fare step, ma devi fare le cose giuste. Poi si vedrà, io in questo momento non lo so. Non è solo prendere giovani: se vuoi fare altro, serve un'altra mentalità. Se vuoi essere ambizioso, devi fare un certo tipo di mercato. Ma non ne abbiamo ancora parlato. Voglio finire il campionato bene e poi si vede, non è così semplice la situazione: dai prestiti ad altre cose".

Poi il tecnico ha detto la sua sul rendimento di Verdi alla Salernitana: "Verdi sta trovando continuità e segna, sono strafelice per lui ed è un ragazzo bravo e puro, anche se qui ha trovato tanti problemi di infortuni. Poi si vedranno le cose".