Notizie Calcio Mercato
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Calciomercato Roma – Mou boccia metà squadra: Pinto al lavoro

José Mourinho

José Mourinho dopo la pesantissima sconfitta contro il Bodoe Glimt ha bocciato metà della rosa giallorossa.

Redazione NC

Calciomercato Roma – La sconfitta pesantissima contro la squadra norvegese del Bodoe Glimt ha lasciato strascichi in casa Roma. Non solo il peso della sconfitta in sé. Il tecnico portoghese della Roma Josè Mourinho ha infatti preso delle contromisure. In primis facendo mea culpa in conferenza stampa dopo la sconfitta roboante.

Mourinho non farà più turnover

Il tecnico portoghese all'interno dello spogliatoio si è rivolto ai suoi giocatori senza mezzi termini. D'ora in poi l'allenatore ex Manchester United e Tottenham non farà più giocare chi non gli darà le giuste garanzie.

Contro il Napoli in campo i migliori

Nella prossima gara di Serie A, la Roma giocherà con i migliori. E anche nelle partite successive andrà così. Josè Mourinho d'ora in poi farà giocare solo chi merita. Così facendo però i giocatori rischieranno di infortunarsi ed è per questo motivo che la società dovrà intervenire sul mercato per date a Mourinho le giuste garanzie in vista del futuro.

Tiago Pinto è stato avvisato

Il direttore sportivo giallorosso si è già messo al lavoro in vista del mercato invernale di riparazione. Il suo compito sarà quello di reperire sul mercato dei giocatori funzionali al progetto giallorosso e che possano dare una mano al tecnico giallorosso. Sono tanti i nomi che si fanno. Prima bisognerà però cedere i tanti esuberi. Da qui a gennaio saranno molti i giocatori a non mettere più piede in campo ed è per questo che la società e Tiago Pinto in particolare dovrà reperire squadre in grado e vogliose di acquistare gli esuberi che Josè Mourinho non farà più giocare. Senza le uscite è palese che Tiago Pinto non potrà operare sul mercato in entrata. Staremo a vedere se la Roma riuscirà a rinforzarsi per poter competere sui tre fronti fino in fondo. Perché andando avanti così il rischio è che gli obiettivi sfumino in fretta.