milan

Serie A – Pato: “Vorrei ritornare al Milan, mi ispiro a Ibrahimovic”

ibra

Alexandre Pato ha detto la sua sul nuovo corso del Milan, con un cenno al possibile romantico ritorno in rossonero.

Redazione NC

Alexandre Pato, ex calciatore del Milan, ha rilasciato delle dichiarazioni a La Gazzetta dello Sport, parlando del momento di forma dei rossoneri e del futuro. Ecco le sue parole su un ritorno a Milano: "Se accetterei il ruolo di vice Ibrahimovic? Direi di sì, che problema c’è? Ma semplicemente perché io non arriverei per fare il vice: giocherei, mi basterebbero un paio di partite per convincere il mister…Magari con Ibra potremmo giocare insieme, saremmo una gran coppia. Mi ispiro a lui innanzitutto perché se Ibra può fare quel che fa a 39 anni, posso riuscirci anch’io a 31. Basta solo la volontà, che lui ha dentro e fuori dal campo. Per me è uno stimolo osservarlo. Più si invecchia e più si deve lavorare. Lui e il Milan si stanno dando tutto vicendevolmente e Ibra è fondamentale per la crescita del club. Può fare ancora un’altra stagione alla grande. E’ un bravo ragazzo, magari a volte un po’ strano ma molto buono. Impazzisco anche per Hernandez, una via di mezzo tra Cafu e Serginho."

Sulla condizione fisica e il futuro: "Il mio fisico è a posto, sto bene, e la mia testa è diversa rispetto a quando mi avevate conosciuto. So quello che posso dare e cosa devo fare: la volontà è tutto e io ce l’ho. Vedo l’Europa nel mio futuro, in particolare l’Italia. In Serie A penso di poterci ancora stare e fare molto bene, compatibilmente col fatto che ho passaporto extracomunitario. Valuterò quello che davvero sarà fattibile. La Fiorentina è un'ottima società, con tanti campioni e una squadra buona. E poi è una città bellissima."

Ancora sul ritorno in rossonero: "Mi mancano l’Italia e gli italiani, il calore dei tifosi. A mia moglie dico sempre, “un giorno ti porterò a Milano e capirai di che cosa parlo”. Per me è stata una città fondamentale: ho imparato tante cose e mi manca tutto di Milano. E mi piacerebbe tornare al Milan, in fondo in Italia ci sono tanti giocatori con una bella età."