Notizie Calcio Mercato
I migliori video scelti dal nostro canale

champions league

News Atalanta – Gasperini: “United di altissimo livello, noi alla fine eravamo stanchi”

Gasperini

Il tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa dopo la sconfitta di Champions League.

Redazione NC

News Atalanta – Gasperini ha parlato dopo la sconfitta contro il Manchester United e ha detto: "Abbiamo subito l'assenza di Demiral nel gioco aereo, per quanto i ragazzi abbiano fatto una prestazione di alto livello. Non è facile giocare contro il Manchester, storicamente cambia i risultati nel finale, inserendo tanti attaccanti. Dovevamo presentarci come all'inizio. Abbiamo avuto una grossa opportunità di fare il 3-1, poi abbiamo preso il gol nelle mischie. Sono stati bravi loro, forse un po' affaticati noi".

Sui cambi

"Avevamo cinque giocatori fuori, Demiral nello stesso reparto, chiunque è entrato ha fatto una buona prestazione. Se facevamo gol in quella circostanza, ne ha avuta anche un'altra Duvan. Loro sono stati pericolosi, altrimenti parleremmo di una vittoria fantastica. Abbiamo una identità precisa, non era facile venire qui e giocare in una certa maniera. Lo United è di altissimo livello e alle volte soffre, è impensabile dominare sempre. Nel momento di maggiore spinta, più fisicità ci avrebbe fatto vincere la partita, vedo il bicchiere mezzo pieno".

 

Le parole di Zappacosta

"C'è tanto dispiacere, rammarico, rabbia. Noi siamo partiti molto bene, sentiamo di aver buttato via una partita. C'è tanta delusione perché era la prima volta per l'Atalanta in questo stadio, ci tenevamo a fare bella figura. Poi loro hanno alzato i ritmi, noi ci siamo abbassati un po'. Nelle sostituzioni ci hanno messo in difficoltà, hanno messo dentro tanti giocatori e ci siamo trovati a fronteggiare Cavani, Pogba, Greenwood, Ronaldo. Quando poi in questi campi si creano queste atmosfere e queste situazioni non è semplice, noi dobbiamo migliorare".

 

Sullo United

"Ci ha fatto capire che se teniamo alti i ritmi ce la giochiamo, come abbiamo visto nel primo tempo e a sprazzi nel secondo. Devi tenere alta la concentrazione per novanta minuti, bastano 5-10 minuti per cambiare la partita. Sicuramente le assenze pesano, in tutte le squadre. Anche qui, non dobbiamo cercare alibi, ci sono tanti ragazzi che si allenano, che danno il 100%, che meritano di giocare queste partite e di stare in questa squadra. Naturalmente dispiace, speriamo di recuperare tutti il prima possibile".