serie a

Serie A – Diawara: “Mourinho fantastico. In futuro mi piacerebbe La Liga”

Serie A – Diawara: “Mourinho fantastico. In futuro mi piacerebbe La Liga” - immagine 1
Intervistato da AS l'ex Roma Amadou Diawara ha parlato del suo rapporto con Josè Mourinho e del suo futuro

Redazione NC

Intervistato da AS, l'ex centrocampista della Roma Diawara ha parlato del suo rapporto con Josè Mourinho: I primi due anni sono andati bene, poi sono subentrati alcuni infortuni infortuni al ginocchio e la pandemia hanno fermato la mia crescita. Con l’arrivo di Mourinho è cambiato tutto. Lavorare con lui è stato un altro sogno realizzato. Ha portato grande fiducia nel club e in città. Ho avuto un buon rapporto con lui, anche se non ho mai avuto spazio. Sono decisioni tecniche, lui è sempre stato chiaro con me e io lo accetto”.

Nonostante una stagione fatta di più bassi che alti, con pochissime presenze in maglia giallorossa. Il classe 1997 ha giocato soltanto sette partite tra tutte le competizioni, senza riuscire mai a mettere il segno in zona gol: zero assist e zero reti. L'ex Napoli è comunque riuscito a sollevare una coppa, quella della Conference League: “Una coppa è sempre una coppa - ha detto. La città aspettava una vittoria da tanto tempo, anche se non sono stato un protagonista ho vissuto la vittoria con grande felicità. Ho aiutato come potevo: allenandomi al massimo“.

Lo scorso mercato invernale Diawara era stato ad un passo dal trasferimento al Valencia, ma la trattativa è poi saltata di colpo. L'ex Roma ha spiegato il retroscena: “Ero impegnato in Coppa d’Africa, mi hanno chiamato per dirmi quali club erano interessati a me e io ho scelto il Valencia. L’avrei chiusa subito ma ho aspettato altri quattro, cinque giorni e alla fine non si è fatto nulla. Non so ancora perché.La Liga mi piace molto. Se ci sarà un’opportunità, sicuramente mi piacerebbe giocarci“. E ora quale sarà il suo futuro? “Mi piacerebbe trovare una squadra dove posso avere spazio, ma il mercato dipende da molti fattori, non solo da me. Credo nelle mie capacità e so che posso fare bene”.