inter

News – Inzaghi: ”Siamo arrabbiati. Domani sarà fondamentale”

inzaghi

Il tecnico dei nerazzurri è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match di Champions League contro lo Sheriff

Redazione NC

Dopo la sconfitta contro il Real Madrid ed il pareggio con lo Shaktar Donetsk, domani i nerazzurri devono assolutamente vincere. Nel frattempo, Simone Inzaghi ha presentato in conferenza stampa il match contro lo Sheriff Tiraspol, valido per la terza giornata del gruppo D della Champions League. Ecco le sue parole.

Champions League

Il tecnico dei nerazzurri ha parlato di quest'avvio non molto positivo in Champions League. Commento anche sullo Sheriff. ''Non ha vinto due partite per caso, sappiamo che andiamo ad incontrare una squadra che verrà qui sulle ali dell’entusiasmo, organizzata e che sa ripartire molto bene. Bisogna essere bravi, attaccare ma non perdere mai le misure. Domani sarà fondamentale per noi. Non credo ci sia un blocco causato dalla Champions League. Il risultato contro il Real Madrid è figlio di casualità e imprecisione, in due partite non siamo riusciti a segnare e non va bene. Domani abbiamo una grande occasione per tornare al gol e alla vittoria. Ci vorrà cattiveria, aggressività e determinazione. Giochiamo con una squadra sulle ali dell’entusiasmo, non sarà semplice ma per noi è fondamentale visto che vogliamo cambiare questo trend in Europa. Con intelligenza e lucidità dobbiamo arrivare alla vittoria''.

Serie A

Inzaghi è tornato a parlare del match di sabato. ''Avevo fatto un’analisi a caldo dopo sabato, ho rivisto la gara e sono ancora più convinto. Abbiamo fatto ottimi 65 minuti, abbiamo giocato bene. L’unico grande problema è che non siamo riusciti a fare il secondo gol, abbiamo tenuto i biancocelesti in partita e sull’occasione del rigore li abbiamo rimessi in partita. L’ultimo quarto d’ora è da cancellare, una squadra forte come la nostra deve sempre stare dentro la partita. Ieri ho visto grande delusione e incazzatura e questo mi fa molto piacere. Tanti gol subiti? Sappiamo che le mie squadre sono sempre state così: creano e fanno tanti gol. Siamo il miglior attacco in Serie A, ma quel che rimane è la sconfitta di sabato che ci ha fatto arrabbiare molto. Ho visto i ragazzi molto arrabbiati e mi fa piacere, perché ho a che fare con dei vincenti''.