Notizie Calcio Mercato
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

News Atalanta – Gasperini duro: “Arbitri sempre difesi, non mettono mai la faccia”

Gasperini

L'allenatore dell'Atalanta ha parlato alla fine della partita di ieri all'ora di pranzo finita in parità contro l'Udinese.

Redazione NC

News Udinese – Gian Piero Gasperini ha parlato e ha detto: “"Abbiamo preso gol a tempo scaduto, c'è un po' di rammarico. Siamo riusciti a sbloccarla, forse dopo il gol avremmo potuto fare qualcosa in più. Il rosso? Non so perché sono stato ammonito, non ho detto nulla. Questo è un problema arbitrale grandissimo, questi signori rappresentano un problema. Devono smettere di essere difesi, devono fare i professionisti anche loro e mettere la faccia. Perché non vengono a spiegare le loro decisioni a fine partita? Non ci provano neanche, perché verrebbero fuori tutti i problemi.

 

Sugli assenti in difesa

"È un momento di emergenza, ma lo supereremo. Oggi abbiamo fatto bene, l'Udinese non ha creato tante occasioni. Abbiamo avuto alcune situazioni dopo il gol, in questo momento giochiamo tanto e ruotiamo molto anche in attacco. Chi subentra deve avere energia e concretezza, soprattutto quando le partite sono indirizzate bene come oggi, altrimenti può bastare un angolo per compromettere il risultato. La sostituzione di Ilicic? Giochiamo tante partite ravvicinate e in panchina avevo ottimi giocatori per sopperire all'assenza di Josip. Oltretutto hanno giocato anche con le nazionali. Giochiamo troppo, il calendario è assurdo".

 

Le parole di Matteo Lovato

"C'è molta amarezza, però credo non sia il caso di deprimersi e di abbassare la testa, perchè comunque per 90 minuti, anzi 93 abbiamo avuto noi la partita in mano e mi dispiace dirlo, ma l'abbiamo persa noi: dobbiamo ripartire da quei 93 minuti prima del gol. Durante l'arco di una gara ci sono diverse occasioni che capitano, ma non sempre si riesce a concretizzarle: bisogna continuare a credere a spingere senza mai abbassare la testa e fare passi indietro. La mia è stata una settimana particolare. Ho realizzato il debutto in Champions all'Old Trafford un paio di giorni dopo, è stata un'emozione fortissima poi in quello stadio. Ho voluto dedicare questo bellissimo sogno ad una persona cara che ora non c'è più e a tutte quelle persone che che mi amano e che mi stanno attorno".